2m² (due m al quadrato)

ogni mercoledi su video33
e in replica il fine settimana
2m2-baschgl-osoftn

Circondario Bolzano

Carnem levare

del 28.02.2014 delle ore 12:30

„Carnem levare“ è latino e significa: „lasciare la carne“. 

Questa è forse l’etimologia più probabile di “carnevale”.
Diventa ancora più chiara, se si considera il nome tedesco “Fasnacht”, che si riferisce a “fasten”, digiunare.
La quaresima (Fastenzeit), il periodo, appunto, del “lasciare via la carne”, inizia il mercoledì delle ceneri e dura sei settimane fino a Pasqua.
La parola “Fasching” invece, deriva dall’alto medio tedesco e significa l’ultima mescita alcolica prima della rigida quaresima.

Nel mondo cristiano si parla della quaresima, ma in quasi tutte le antiche culture esisteva un tempo del digiuno. I riti più famosi sono probabilmente i “Saturnali” romani che a suo volta si rifanno a dei riti della Mesopotamia.

Il carnevale oggi è un fenomeno mondiale. Gli uomini si mascherano, si divertono e festeggiano questa quinta stagione come uno degli apici del divertimento e della voglia di vivere. Il famoso carnevale di Rio ne è forse l’esempio più evidente e anche più libertino. In Germania, invece, si festeggia il lunedì delle rose, che durante il medioevo era ancora la domenica delle rose e solo in età napoleonica la festa è stata spostata al lunedì.

Anche la “castità” durante la quaresima è un “lasciare la carne”. Ma queste sono storie lunghe e complicate. Forse però proprio nel nostro tempo sarebbe opportuno “lasciare via un po’ di carne” dalla tavola, forse un’alimentazione con un po’ meno carne risulterebbe più sana e anche più umana. Forse noi uomini potremmo a quel punto festeggiare insieme un “carnevale degli animali”. Queste parole possono sembrare folli a qualcuno, ma tranquillizzatevi, anche i buffoni digiunano a volte con le loro parole… forse troppo spesso? J